Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia della Pro Loco

PRO LOCO

L’Associazione Pro Loco di San Giorgio di Valpolicella nasce nel luglio 1973, tramite atto formale del notaio Luciano Paolucci, con lo scopo precipuo di "promuovere lo sviluppo turistico di San Giorgio di Valpolicella" come dettagliatamente specificato all’art.2 dello Statuto, che elencava le principali finalità della costituenda associazione, vale a dire:

..."riunire tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo turistico di San Giorgio di Valpolicella, contribuire ad organizzare turisticamente le località studiandone il miglioramento edilizio e stradale, promuovere il miglioramento e lo sviluppo dell’attrezzatura ricettiva, incoraggiare ed appoggiare il miglioramento dei pubblici servizi al fine di facilitare il movimento turistico e rendere il soggiorno piacevole quanto più possibile ai forestieri, vigilare sullo svolgimento dei servizi locali interessati al turismo e sulle relative tariffe proponendo opportune modifiche alle autorità e alle ditte esercenti i servizi medesimi, promuovere, incoraggiare ad appoggiare festeggiamenti, gare, fiere, convegni, spettacoli pubblici, ecc. per attirare turisti nella località e dare svago a quanti vi soggiornano, tutelare e  mettere in valore le bellezze naturali, artistiche o monumentali per farle meglio conoscere ed apprezzare, collaborare con l’Ente Provinciale per il Turismo di Verona"...

I dieci, lungimiranti, soci fondatori erano:
Palumbo Francesco (insegnante) - Zorzi Luigi (pensionato) - Zorzi Mario (marmista) - Castellani Luigi (marmista) - Testi Riccardo (commerciante) – Zorzi Giorgio (marmista) – Borchia rag. Pietro (pensionato) – Tosi don Antonio (sacerdote-parroco di San Giorgio Valp.lla) - Ugolini Ines (insegnante) - Siliprandi Ercole (fornaio).
Come primo presidente della Pro Loco venne nominato Palumbo Francesco.

Successivamente lo Statuto fu aggiornato allo scopo di permettere l’inserimento della Pro Loco di San Giorgio di Valpolicella nel comitato provinciale Pro Loco di Verona (www.proloco.verona.it) e nel comitato regionale Pro Loco del Veneto (www.unpliveneto.it) e quindi nel comitato dell’ Unione Nazionale Pro Loco d’Italia (UNPLI - www.unpliproloco.it). Dal 2000 entrò a far parte anche del Consorzio Pro Loco della Valpolicella (www.valpolicellaweb.it).

In questo nuovo statuto aggiornato si sottolinea e si precisa che l’associazione "raccoglie tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo turistico e culturale di San Giorgio, cioè  tutti coloro che si impegnano per organizzare turisticamente la località proponendo iniziative atte a tutelare, valorizzare e far conoscere i valori naturali, artistici e culturali del luogo e si adoperano fattivamente nel promuovere e coordinare iniziative varie, quali: convegni, gite, escursioni, spettacoli, festeggiamenti, manifestazioni culturali, sportive o ricreative, fiere e mostre".

Oggettivamente, nell’arco di questi anni, si è notato un notevole incremento di iniziative, progetti, realizzazioni, proposte, collaborazioni, contatti, eventi e pubblicazioni che hanno contribuito a far conoscere meglio e diffusamente la particolare e originale bellezza del borgo di San Giorgio di Valpolicella, incastonato in un territorio sempre più armonico e vitale sia dal punto di vista artistico-culturale sia da quello meramente manifatturiero-produttivo.
Si può ben ipotizzare che ora si sta passando da un primo momento di recupero storico-identitario, fondamentalmente solidaristico, ad una mentalità di serena ospitalità, culturalmente stimolante, ma socialmente impegnativa.
In questo percorso si evidenzia chiaramente il grande investimento socio-economico-culturale che è stato fatto non solo dalla popolazione del luogo, ma anche da tutto il territorio circostante, attraverso le varie istituzioni pubbliche e private e che ha permesso di arrivare agli ottimi risultati che oggi tutti vedono.   
Infatti il restauro della Pieve, del Chiostro e della Colleggiata, l’istituzione del Parco Archeologico, la costruzione dell’Antiquarium, il rifacimento dell’arredo urbano con idonea pavimentazione, il supporto logistico a manifestazioni culturali, artistiche, sociali e imprenditoriali (come gli innumerevoli Concerti, gli interessanti Convegni, l’utile Banca del Tempo, il famosissimo Premio Masi e le apprezzate Escursioni naturalistico-ambientali) e il recupero-rivisitazione di antiche tradizioni popolari (come la festa di Santo Stefano, la Festa del 25 Aprile e la frequentatissima Festa de le Fae), dimostrano quanto è stato opportunamente fatto finora e quale strada è necessario percorrere per il prossimo futuro.

Consiglio Direttivo

Presidente

Andrea Gelmetti

Vicepresidenti

Massimo Manzati

Nicola Testi
Segretario   

Mara Caprini

Consiglieri   

Angelo Poiesi
Enrico Franceschetti

Erica Bertolazzo
Fabiano Morando
Monica Castellani
Osvaldo Dalla Bernardina
Silvia Franceschetti
Stefano Bertolazzo

Foto di Gabriele Salzani www.gabrycreation.com

Torna ai contenuti | Torna al menu